Don't Miss

Specchio Specchio marchigiano… Dimmi chi unn’è dellavalliano

biancaneve_strega--400x300

di Matteo Bellini | 2 dicembre 2016

Le false promesse dell’azienda Acf IN Fiorentina S.p.a nel corso di questi quindici anni non sono state fatte in esclusiva agli allenatori, di cui ho già ampiamente parlato, ma sono state fatte anche nei confronti dei beniamini del pubblico e dei leader dello spogliatoio.

Il primo a vincere la bambolina è stato soldatino Di Livio, primo capitano della neonata Florentia Viola, che accettò di scendere in serie C2, con la promessa da parte della proprietà, di entrare a far parte dell’organigramma societario dopo l’affissione delle scarpe al chiodo; non solo non è mai avvenuto, ma dopo esser stato relegato al ruolo di panchinaro, fu anche declassato a vice capitano in favore di Ariatti. Ariatti… mica Maradona.

Di quella splendida cavalcata, che ci riportò in serie A in soli due anni(avrei preferito fare la C1 e mettercene tre, piuttosto che esser preso per il culo in ogni stadio col coro ripescato ripescato) faceva parte un altro grande uomo, fiorentino solo d’adozione, ma con lo spirito e l’anima viola, più di tanti che possono vantarsi al mondo di avere D612 nel codice fiscale, Christian Riganò, un giocatore che ha sputato sangue per la maglia viola, uomo che avrebbe firmato un contratto in bianco per restare a Firenze, accettando un ruolo da gregario, il classico uomo da mischia, per gli ultimi cinque minuti, ma era troppo amato, andava messo alla porta, e così fu, Christian se ne andò nel suo stile, in silenzio. Ancora oggi abita a Firenze, è amato e riconosciuto da tutti, è uno di noi, con un giglio gigante tatuato sul braccio, avrebbe meritato molto di più da parte di questa società, ma molto probabilmente nel dialetto marchigiano, la parola riconoscenza non esiste.

Passano gli anni, ma le situazioni restano le solite, beniamini dei tifosi e leader dello spogliatoio vengono letteralmente fatti fuori in malo modo, non giudico il giocatore di calcio, ma l’uomo e quello che valeva dentro lo spogliatoio, un esempio su tutti è Dainelli, darlo via in quel modo a Gennaio, ha spaccato totalmente uno spogliatoio già anarchico per la delegittimazione societaria nei confronti di Prandelli. “DICA CHE NON VA ALLA JUVE”

Parlando poi di Pasqual, tutti sanno quanto non mi piaccia il giocatore, e tutti, ne hanno avuto un ulteriore conferma quest’anno, è l’unico che è riuscito a far sembrare Tello un fenomeno, ma se lo tieni a Firenze 11 anni, e gli metti la fascia al braccio, non puoi trattarlo peggio di Ripa, e se non pensava la Fiesole ad omaggiarlo, se ne sarebbe andato ad Empoli nel totale silenzio, ennesimo!

Oltre a Pasqual quest’estate abbiamo rischiato di perdere anche Borja Valero, unico che ha più volte dichiarato il suo amore per Firenze, e la volontà di restare per tutta la vita qua; se la Roma passava il preliminare di champions, il buon Borja, se ne sarebbe andato nella capitale, permettendo l’ennesimo festeggiamento al piazzale a quel branco di pecore ancora rimaste, che aspettano, come a teatro, tra un pop corn e l’altro, la plusvalenza annuale, che tanto li soddisfa.

Arriviamo infine ad oggi, come se fossimo una Marchigiana o una Longobarda qualsiasi, il nostro comparto sportivo decide che per il 32enne Gonzalo Rodriguez, sia giusto offrire un rinnovo annuale, a cifre da gregario, giustificando il tutto con le esigenze di bilancio, si sempre quello, d’altronde il pareggio d’esercizio, insieme alle plusvalenze sono l’unica cosa che fa stappare uno champagnino nelle segrete stanze di Casette d’Ete.

Premesso che lo stipendio attuale di Gonzalo è inferiore a gran parte della rosa, Babacar e Tello compresi, e questo mi pare assurdo.

Tralasciando il soggetto, credo che sia giusto non offrire un triennale a un 32enne, la trovo una cosa saggia, pensare a un contratto con base fissa più bassa, e premi a rendimento ancora più giusto, tutela la società e stimola un giocatore esperto a non sentirsi già in pensione.

Fatto il preambolo arrivo al punto sottoponendo una domanda a tutti.

“Ma come cazzo si fa a dare 1 milione netto l’anno più premi, per quattro anni al 30enne Tomovic?” che oltre ad esser over 30, fa anche ridere in campo.

Perché queste splendide regole, delle quali si vantano in conferenza stampa trovan sempre l’eccezione?

Perché si dà il cartellino viola a Klose che c’aveva fatto gol in fuorigioco di 5 metri, e si tratta come gl’ultimi dei pellai i nostri giocatori?

Perché come un personaggio che gravita all’interno di uno dei comparti di Acf IN Fiorentina S.p.a viene amato dalla tifoseria, in qualche modo, viene messo alla gogna mediatica ed accompagnato alla porta in silenzio, facendolo poi passare da traditore?

O Dieghino, ma unn’e che t’hai comprato lo specchio magico della regina crudele di Biancaneve e tu l’hai messo in cameretta? Specchio Specchio delle mie brame chi l’è i’più amato di Firenze? E via con la legge d’i’taglione per il nome pronunciato dallo specchio.

Sperando in un rapido cambio di rotta, che porti a una fumata bianca, intanto ti ringrazio per questi cinque anni, hai indossato la maglia orgogliosamente, e sei stato un degno capitano, purtroppo però qualche sbaglio lo hai commesso anche te, in primis un tu ti chiami Rodriguezevic, ma soprattuto tu sei nato in Argentina invece che in Uruguay, forse però nonostante questi gravissimi difetti, sarebbe bastato esser un po’ meno uomo, ed esser un po’ più scarsettino nella nobile arte del giuoco del calcio.

 

Matteo Bellini

7 commenti

  1. Madonna Bellini ma perché non ti trovi un hobby ? Di calcio evidentemente non ci capisci una sega, forse il modellismo o la pesca son più adatti…

  2. No, in realtà Prandelli era eccome l’allenatore della Fiorentina.
    Lo stavamo delegittimando ma ancora lo era, la lite fu a cavallo tra dicembre 2009 e gennaio 2010, i problemi con Cognigni nacquero poco dopo e le varie scemenze mediatiche ancora dopo.

    Non per niente Corvino fu obbligato a prendere Felipe a un prezzo esorbitante (9 mln? Non ricordo).

    Sanchez a più di 70 presenze in nazionale e sebbene mi faccia piuttosto schifo rimane un giocatore in prestito, non un acquisto.
    Zarate è arrivato quasi gratis conoscendo le doti tecniche (2 mln €) e mi domando ancora oggi come mai non venga mai utilizzato, cosa vergognosa (ci possono essere tutte le problematiche extra-campo che vuoi, ma in partite come contro il Crotone con campo pesante e pioggia due dei suoi tiri da lontano sarebbero stati fondamentali, ad esempio).

    Tomovic quest’anno di cazzate ne ha fatte pochissime e di fatto è un tuo titolare inamovibile da anni. Le pezze le mette molto spesso Astori, più che Gonzalo.
    E comunque qua si va sull’apprezzamento tecnico personale: legittimo il tuo che vede Gonzalo giocatore eccezionale quanto il mio che vede Gonzalo giocatore in questo momento normale stando larghi.

    Ti ringrazio comunque per il dialogo, mi auguro che in futuro ci siano sempre più articoli con idee buone come questo ma che non siano più farciti di falsità intrise ad antipatie personali. Per me peggiorano il risultato finale. Ma per me. Magari mi sbaglio io.
    Ciao

  3. Uno come te, che sa cose che non sanno prorpio tutti, come la lite prandelli dainelli, e che conosce il calcio, sa benissimo che sono all’ordine del giorno in uno spogliatoio, c’è gente a cui veniva trombata la moglie da tutti, ma in campo non si notava… inoltre, sai benissimo, che prandelli non era già più L’allenatoredella Fiorentina, e non aveva potere decisionale…
    Io oggi tengo gonzalo 33enne e do una pedata nel culo a tomovic quasi 30enne… se penso me lo devo sorbire altri tre anni… mi vien da piangere…
    Se poi, il problema è un anno in più o meno di gonzalo, e i 100 o 200 mola in più o meno a gonzalo… ma va bene dare1.1 a sanchez e zarate che sono 10 spanne sotto alla caratura di gonzalo, alzo le mani, si continua fino a domani, non mi concincerai mai… e non ho voglia di convincerti io!!
    Che gonzalo sia in flessione è un dato di fatto, ma il gonzalo di oggi è ancora nettamente superiore al tomovic di ieri oggi e domani…
    Tomovic fa minimo una grossolana cazzata a partita, che ti porta spesso a un gol subito, quando non capita e perché gonzalo ci mette una pezza…

  4. Non ricordo e manco capisco perché tu mi abbia bloccato su Facebook, ma è legittimo.

    Detto questo:
    – Dainelli ha scritto che lo hanno mandato via i dirigenti, invece fu l’allenatore, ribadisco. A me sul campo è sempre piaciuto tantissimo.
    – non ho mai detto che mi piace Tomovic. Il suo contratto scadrà nel giugno 2020 quando lui avrà 32 anni e 10 mesi. E gli fu rinnovato perché aveva e ha tuttora mercato. Il Torino lo prenderebbe subito ad esempio, mentre Gonzalo (che a giugno avrà 33 anni e 2 mesi) non avrebbe valore di cartellino o quasi a causa dell’età (e per inciso Belen non mi piace perché si mostra troppo, a me piacciono un pochino più da scoprire…. son gusti)
    – io ho parlato di 1 mln € dato ad un 33enne. Né Zarate né Sanchez hanno 33 anni e un rinnovo in ponte. In Serie A, in squadre come la Fiorentina, nessuno prende certe cifre a quell’età.

    Non sputo sentenze né faccio il professorino, questo è il tuo spazio e lo rispetto e l’ho rispettato ponendo delle critiche a degli scritti assurdamente falsi a corredo di un discorso di fondo che era giusto, ovvero il regolare smantellamento degli uomini che trascinano, dei “capitani” nel corso degli anni.

  5. 1) di dainelli a me interessa valutare il campo, il resto son parole al vento
    2-3-4) tomovic finita il suo contratto a 33 anni e dai 29 ai 33 ne piglia 1.00, aumentando il salario ad uno dei peggiori difensori mai visti a Firenze, il fatto che a te piaccia, mi fa sorridere, il mondo è bello perché variopinti… d”altronde ti fa schifo anche belen
    5) è meglio gonzalo senza ginocchia che tomovic con 3
    6) 1 milione di euro lo pigliano in tantissimi, tra cui anche zarate e carlos sanchez
    7) babacar aveva 21-22 anni e veniva da 20 reti in b… lo hai strapagato per quello
    8) se hai interesse di parlare di pallone senza fare il professorino se ne parla fino a domani, se devi fare il saccentino e sputare sentenze ti lascio al tuo oblio, purtroppo a differenza di Facebook dove fortunatamente ti ho potuto bloccare, qua non ne ho la facoltà
    Buon tomovic ghebbe…divertiti a guardar giocare questi giocatori…. io sto bene con gonzalo

  6. In pratica, per fare una domanda seria, chiedo:

    perché in un articolo che ha una buona idea come questo (e come molti altri), che ha ottimi spunti come questo, sul quale sarebbero condivisibili un sacco di fatti come questo, lo si deve per forza farcire di forzature, falsità, inesattezze al solo scopo di dare forza ad una tesi già fortissima di suo?

    Perché farcire di marciume un prodotto che sarebbe stato buono?
    Perché?

  7. Temo di dover fare una enorme lista di cose sulle quali non sono d’accordo (eufemismo).
    In ordine sparso, senza indicarle tutte:
    1) Dainelli è andato via su indicazione di Prandelli, fecero a botte. È cosa risaputa.
    2) Quando Tomovic ha rinnovato (gennaio 2016) aveva 28 anni, ora ne ha 29 e non è un “ultra 30enne”
    3) Tomovic ha percepito 0,65 mln € per il primo contratto e percepirà 1 mln € per il secondo contratto. È integro fisicamente e (incredibile ma vero) ha richieste di mercato
    4) Gonzalo Rodriguez al termine del suo contratto avrà 33 anni e un’integrità fisica diversa, visto che è stato operato molte volte al crociato
    5) Si scrive che “lo stipendio di Gonzalo è inferiore a gran parte della rosa”, cito testualmente. Lo stipendio di Gonzalo è il quarto in rosa. Il terzo è Tello (non è nostro, ma è in prestito con sconti sull’ingaggio e sul riscatto a secondo di quanto giocherà) e il secondo è Babacar, fresco di rinnovo. Il primo è Borja, anch’egli fresco di rinnovo. Quindi dei “CONTRATTI VECCHI” è il più ALTO.
    6) “Si offre un rinnovo di contratto a cifre da gregario”, la Fiorentina ha dichiarato di aver offerto 1 mln €, non mi sembrano cifre da gregario, mi fate l’elenco dei 33enni che prenderanno questa cifra il prossimo anno?
    7) I rinnovi di Babacar e Tomovic mi pare che li abbia trattati Pradè o comunque la precedente gestione tecnica. Perché questo non viene detto, visto che nei precedenti articoli veniva tanto elogiata quella gestione?

    Saluti.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*