Don't Miss

PRIMERA ARGENTINA 7ma FECHA

rosario-central_1r2c7x3x4j58r1wourlwkjedyo

di MC&TB | 25 ottobre 2016

Quella appena trascorsa era la giornata dello scontro al vertice tra San Lorenzo e Estudiantes, nonchè del calientissimo Clasico de Rosario tra Central e Newell’s, pertanto abbiamo concentrato la nostra attenzione su questi 2 match.

Al Gigante de Arroyito, in uno dei derby più sentiti d’Argentina, si affrontavano i padroni di casa, Las Canallas del Chacho Coudet , il quale doveva fare a meno del suo talentissimo Giovanni Lo Celso, affidando l’attacco alla coppia pesante Rubèn – Teofilo “El Pescador” Gutierrez, mentre Diego Osella mister della Lepra poteva  portare solamente in panchina il suo delantero di riferimento, Ignacio “Nacho” Scocco, alle prese con un’infiammazione al nervo sciatico, schierando davanti il tridente Formica – Amoroso – Maxi Rodriguez, in veste di falso nueve, con a centrocampo l’ex Lecce “El Pomelo” Diego Mateo. Partita subito in mano ai gialloblu che al 7° minuto con Camacho su punizione chiamano a una respinta plastica il portiere ospite Pocrnjic, al 25° ancora Camacho, tira alto da ottima posizione, mentre il Newell’s si fa vedere per la prima volta dalle parti di Sebastian Sosa, l’arquero uruguagio ex Boca e Velez, con una conclusione ampiamente velleitaria della Fiera Maxi Rodriguez. Ma l’azione più pericolosa la creano sempre gli uomini di Coudet che, sul finire del primo tempo, impegnano nel giro di pochi secondi il 35enne Pocrnjic, prima con un destro di Rubèn e poi con un sinistro del solito onnipresente Camacho: il primo tempo si chiude a reti bianche, ma con un dominio pressochè totale dei padroni di casa. Il copione non cambia alla ripresa del gioco, anche se i ritmi espressi sono molto più blandi: in particolare segnaliamo la prestazione a dir poco opaca di Teo Gutierrez, praticamente impalpabile per tutto il match. E così arriviamo sommessamente fino al recupero dove accade l’impensabile: corner per il Newell’s calciato da Maxi Rodriguez, respinta dei difensori Canallas, palla che ritorna alla Fiera che, con un destro sul secondo palo, trafigge Sosa e regala al secondo minuto di recupero un successo che alla Lepra mancava da ben 8 anni sul campo dei rivali. Con l’unico vero tiro in porta di tutta la partita. Il calcio è anche questo…

Da Rosario, ci spostiamo a Buenos Aires dove, al Nuevo Gasometro, va in scena lo scontro al vertice tra il San Lorenzo, secondo a 14 punti, e l’Estudiantes, primo con 16. Le due squadre si presentano con gli 11 tipo, per cui il tecnico Diego Aguirre si affida per il Cuervo alla forza offensiva del trio Blandi – Belluschi – Cerutti, mentre Vivas punta per Los Pincharratas sulla forza dell’altro ex Boca Lucas Viatri. Neanche il tempo di “annusarsi” per le squadre, che l’Estudiantes passa in vantaggio con Rodriguez, imbeccato con un cross di Augusto Solari, sfruttando il movimento da bomber puro sul primo palo di Viatri, trafiggendo Sebastian Torrico. Tutto questo non ferma minimamente la solita encomiabile spinta della Butteler e di tutto il Nuevo Gasometro, che prova a spingere i propri beniamini al pari: ci prova al 33° Sebastian Blanco, con un tiro pericoloso deviato in corner dal portiere Rosada il quale, 5 minuti più tardi, deve arrendersi su un tiro dello stesso Blanco, imbeccato da un passaggio in profondità di Nico Blandi. Le squadre vanno al riposo in parità, ma dopo pochi minuti dal rientro in campo, episodio chiave: viene espulso, per doppia ammonizione, il centrocampista del Santo Mussis,per cui Aguirre deve togliere l’autore del gol Blanco per inserire l’ex Boca Matias Caruzzo. Tutto ciò non ferma la spinta degli azulgrana che, con un colpo di testa dell’ex Marcos Angeleri, chiamano a una parata plastica Rosada; risponde il Pincha con un cabezazo di Lucas Viatri che scalda le mani a Torrico, nella sua prima vera(e unica) parata, ma al 24° ritorna, a sorpresa, in vantaggio l’equipo di Vivas, con un gol di Damonte, messo davanti alla porta su un’azione di calcio d’angolo da un colpo di testa di Schunke. Scosso, il San Lorenzo si getta in avanti, con l’ingresso del figliol prodigo Lavandina Bergessio, subito pericoloso con un tiro ben parato da Rosada, il quale blinda la propria porta al 41° su punizione di Belluschi e successivo tentativo di testa di Caruzzo e al 43° sempre sul Cabezon Belluschi, mentre in pieno recupero, sempre su azione di Belluschi, stavolta da corner, ci prova Fabricio Coloccini, spedendo però alto. Vince l’Estudiantes, che allunga sulla sua concorrente più credibile per il titolo.

Questi i risultati degli altri incontri:

Sarmiento – Olimpo 1-1 ; Talleres – Defnda y J. 2 – 0 ; Quilmes – Lanus 1-0 ; G. Cruz – Belgrano 2-0; Temperley – Independiente 0 – 1 ; Colon – Patronato 0 – 1 ; Racing – Arsenal 1 – 0 ; River – Atl Rafaela 1 – 0 (in gol il Cabezon Andrès D’Alessandro) ; Gimnasia – Huracan 1 – 0 ; Banfield – Velez 1 – 0 (gol del solito Tanque Silva) ; Tigre – Union 3 – 1 ; Atl Tucuman – Boca 2 – 2 ; Aldosivi – San Martin 1 -2
La classifica:
ESTUDIANTES LP 19 punti; NEWELL’S OLD BOYS 17 punti; RIVER PLATE, RACING CLUB, SAN LORENZO, INDEPENDIENTE 14 punti; BOCA JUNIORS 12 punti; GIMNASIA Y ESGRIMA LP, COLON, BANFIELD 11 punti; ATLETICO RAFAELA, ATLETICO TUCUMAN, GODOY CRUZ 10 punti; LANUS, TIGRE, QUILMES 9 punti; ROSARIO CENTRAL, TALLERES (C), UNION, TEMPERLEY 8 punti; PATRONATO 7 punti; HURACAN, OLIMPO, SARMIENTO (J), DEFENSA Y JUSTICIA, ALDOSIVI, BELGRANO, VELEZ SARSFIELD 6 punti; ARSENAL 2 punti.

CLASSIFICA PROMEDIO:
30° posto: ATLETICO RAFAELA coefficiente 0,930
29° posto: SARMIENTO (J) coefficiente 1,000
28° posto: TEMPERLEY coefficiente 1,018
27° posto: OLIMPO coefficiente 1,027

CLASSIFICA MARCATORI:
DRIUSSI (river plate) 6 reti; ACUNA (racing club), BLANDI (san lorenzo), LUNA (tigre), MENENDEZ (atletico tucuman), SCOCCO (newell’s old boys), SILVA (banfield) 4 reti.

 

Di seguito tutti i gol della fecha ed un altro incredibile video direttamente dal Clasico rosarino….un altro mondo.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*