Don't Miss

PRIMERA ARGENTINA 28ma fecha

boca

di MC&TB | 19 giugno 2017

E’ stata una giornata che ha visto un risultato a sorpresa, quella appena trascorsa in Argentina,  che ha di fatto quasi consegnato il titolo nelle mani del Boca Juniors, ovvero l’inopinata sconfitta al Monumental del River Plate per 3 a 2 contro il Racing di Avellaneda, grazie alle reti di Lautaro Martinez che, con un vero e proprio gollonzo su rimpallo dopo un rinvio non irreprensibile di Martinez Quarta porta l’Academia in vantaggio, di Barbieri e dell’ennesima perla negativa dell’arquero millionario Batalla che, con un’uscita a dir poco scriteriata, lascia incustodita la porta, permettendo a Acuna di siglare da posizione defilata il momentaneo 3 a 0 che gela l’intero Antonio Vespucio Liberti: a nulla valgono le due reti messe a segno nei minuti finali da Larrondo e Maidana. Pertanto gli uomini di Gallardo restano fermi a quota 52, a -7 dagli Xeneizes di Schelotto che passeggiano a Mar del Plata per 4 a 0 contro l’Aldosivi grazie alle segnature di Pavon, Centurion, Gago e Silva; da segnalare il disguido capitato al Boca che ha dovuto pernottare in quel di Mar del Plata a causa di un grave problema occorso al velivolo che avrebbe dovuto riportare gli Xeneizes in quel di Buenos Aires, ovvero la rottura totale del vetro della cabina piloti. Per fortuna tutto ciò non è accaduto in volo, altrimenti staremmo a parlare di un’altra tragedia dopo quella della Chapecoense. Al secondo posto e ancora matematicamente in lotta per il titolo, sale il Banfield di Falcioni, a – 5 dal Boca, all’ottava vittoria consecutiva, grazie al 3 a 1 al  Florencio Sola sul Rosario Central, con le reti del Gordo Mauricio Sperduti, di Brian Sarmiento e di Darìo Cvitanich, mentre per Las Canallas gol di Carizzo. Da segnalare anche il tonfo del San Lorenzo de Almagro al Cementerio de Los Elefantes contro il Colon che s’impone per 2 a 1 e la notizia del mancato rinnovo contrattuale del Gordo Nestor Ortigoza, che a fine giugn molto probabilmente lascerà Boedo.

Nel weekend abbiamo seguito per Voi il match del Centenario di Quilmes tra l’Estudiantes, in trasferta a causa dell’indisponibilità del Ciudad de la Plata ed il Belgrano di Cordoba: il Pincha, reduce dalla clamorosa eliminazione in Copa Argentina per mano della squadra del Pacifico di General Alvear, categoria Federal B, che ha portato alle dimissioni di Nelson Vivas e all’interregno per le ultime tre partite dell’ex giocatore ed idolo biancorosso Leandro El Chino Benitez, in porta troviamo l’ex Catania Mariano Andujar, premiato dal presidente, Juan Sebastian La Brujita Veròn, per la sua 200esima presenza con l’Estudiantes,al centro della difesa il referente assoluto Leandro El Chavo Desabato, classe 1979, con contratto in scadenza a fine giugno e con voci che lo vogliono molto vicino al ritiro, mentre vanno in panchina il centravanti ex Boca Lucas Viatri e una delle nuove sensazioni del Futbol Albiceleste, ovvero il difensore centrale classe 1998 Foyth, addirittura entrato nel mirino del Loco Marcelo Bielsa per il suo Lille, mentre per il Pirata del Gallego Mendez, segnaliamo la presenza del talentissimo Lucas Melano,vero uomo simbolo dell’equipo di Cordoba. Fin da subito i padroni di casa impongono il proprio ritmo alla manovra, nonostante un terreno di gioco allucinante per una competizione così importante ed al 17° sbloccano il risultato grazie a Toledo, che ribadisce in rete una conclusione di Otero, finita sul palo: il primo tiro del Belgrano arriva solamente al 34° con lo shoot di Melano che sfiora il montante della porta difesa da Andujar, ma al 44° il Pincha chiude i giochi con il cabezasso di Desabato che svetta di testa su corner di Dubarbier e fredda Acosta.  Nella ripresa non accade praticamente nulla, con l’Estudiantes che controlla il punteggio ed il Belgrano che non riesce minimamente a provare anche solo una flebile reazione, per cui i bianco – rossi di La Plata s’impongono per 2  a 0 e salgono a quota 50, al quarto posto che vale l’accesso alla Libertadores 2018, con un punto di vantaggio su San Lorenzo, Racing, Newell’s bloccato sull’ 1 a 1 al Colozo dal Lanus e sull’Independiente, fermato ad Avellaneda sempre per 1 a 1 dall’Olimpo.

Ci sono, intanto, i primi verdetti del Descenso, con la retrocessione di Sarmiento, sconfitto allo Josè Amalfitani per 5 a 1 dal Velez di Defelippe, Atletico Rafaela e Quilmes, che nel match che li vedeva impegnati l’uno contro l’altro, hanno pareggiato per 1 a 1.

Gli altri risultati: San Martin – Temperley 0-1; Huracan – Union 1-0; Talleres – Gimnasia 0-1; Arsenàl – G. Cruz 1-2; Patronato – Tigre 0-2; Defensa – Atl. Tucuman 3-0

CLASSIFICA:
BOCA JUNIORS 59 punti; BANFIELD 54 punti; RIVER PLATE 52 punti; ESTUDIANTES LP 50 punti; NEWELL’S OLD BOYS, INDEPENDIENTE, SAN LORENZO, RACING CLUB 49 punti; COLON 48 punti; LANUS 46 punti; DEFENSA Y JUSTICIA 43 punti; ROSARIO CENTRAL 42 punti; TALLERES C, GIMNASIA Y ESGRIMA LP, GODOY CRUZ 40 punti; ATLETICO RAFAELA 37 punti; TEMPERLEY 36 punti; VELEZ SARSFIELD 35 punti; OLIMPO 34 punti; UNION, SAN MARTIN SJ 32 punti; ATLETICO TUCUMAN 31 punti; PATRONATO 30 punti; HURACAN, TIGRE 28 punti; SARMIENTO J, ALDOSIVI 25 punti; QUILMES 24 punti; ARSENAL 23 punti; BELGRANO 22 punti.

CLASSIFICA PROMEDIO:
30° posto: SARMIENTO J coefficiente 0,973 – retrocesso in B NACIONAL
29° posto: ATLETICO RAFAELA coefficiente 1,010 – retrocesso in B NACIONAL
28° posto: QUILMES coefficiente 1,032 – retrocesso in B NACIONAL
27° posto: OLIMPO coefficiente 1,096

CLASSIFICA MARCATORI:
BENEDETTO (boca juniors) 18 reti; DRIUSSI (river plate) 17 reti; SAND (lanus) 14 reti; PAVONE (velez sarsfield) 13 reti.

E ora i gol della fecha, con appuntamento in settimana per il report sulla 29a giornata, che potrebbe sancire la vittoria del torneo da parte del Boca…
https://www.youtube.com/watch?v=HKhXD5fd_R8

 

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*