Don't Miss

PRIMERA ARGENTINA 27ma fecha

18922544_1570843872946844_4369998396934769773_o

di MC&TB | 6 giugno 2017

Giornata cruciale per il Futbol Albiceleste, infatti le due storiche rivali d’Argentina, Boca Juniors e River Plate, si presentavano ai rispettivi incontri, separate da appena 1 punto, dopo che i Millionarios avevano vinto il recupero contro l’Atletico Tucuman per 3 a 0, per cui abbiamo puntato la nostra attenzione sul match del Pedro Bidegaìn, meglio conosciuto come El Nuevo Gasometro, dove il River era ospite del San Lorenzo de Almagro.

Il Cuervo di Aguirre si schiera con l’undici tipo, in cui Blandi funge da unico terminale offensivo, supportato alle sue spalle dal Pocho Ezequiel Cerutti, dal Gordo Nestor Ortigoza, dal Cabezon Fernando Belluschi, grande ex di turno e dal sempre più incisivo Bautista El Mago Merlini, mentre nell’equipo del Muneco Marcelo Gallardo registriamo la pesantissima assenza, causa squalifica, del bomber Lucas El Flaco Alario, sostituito dal Pibe ex Estudiantes Carlos Auzqui, chiamato a fare coppia con Seba Driussi, dato partente da molti media argentini come primo colpo della gestione Monchi a Roma.

Agli ordini del signor Herrera, comincia il match, nella solita cornice di grande passione del Gasometro, con la Gloriosa Butteler a guidare Los Cuervos

anche se sul campo è il River a partire meglio, con una punizione al 7° del Pity Martinez che costringe Navarro alla deviazione in corner, ma alla primissima azione, il Santo sblocca il punteggio con una stupenda girata al volo dell’ex Boca Nico Blandi che, in mezzo a Martinez Quarta e Maidana, conclude in porta uno stupendo cross di Belluschi su rimessa laterale di Diaz, ma la Banda reagisce prontamente e perviene al pareggio grazie al solito Seba Driussi, che trasforma al 18° un penalty concesso per un netto fallo di mano di Angeleri su tiro del Pity Martinez. Lo stesso numero 10 millionario si rende pericoloso al 22° con uno shoot, su assist dell’ex Newell’s Milton Casco, che finisce fuori di poco, ma la partita del River cambia improvvisamente al 26°, quando Gallardo deve sostituire, per noie muscolari, Driussi con l’uruguagio Ivàn Alonso; la manovra della Banda ne risentirà in maniera decisiva, nonostante il primo tempo veda sempre gli uomini di Nunez mantenere il pallino del gioco. Dopo alcuni timidi tentativi del Cuervo di appropriarsi della superiorità a centrocampo, dove brilla per tecnica e movimenti ficcanti il Mago Bautista Merlini, al 47° si chiude il primo tempo sul punteggio di 1 a 1.

Con gli stessi 22 della prima frazione, si riparte per la ripresa, con un Santo molto più pimpante, pericoloso già al 7° con un tiro di Belluschi, su assistenza di Merlini e la superiorità degli uomini di Aguirre si concretizza al 10° con il gol del 2 a 1 del cileno Diaz, grazie all’ennesima frittata di questo torneo del portiere millionario Augusto Batalla, che respinge di pugno sulla schiena del difensore azulgrana una palla calciata da Belluschi su punizione, per un fallo del Pity Martinez dopo un doppio tunnel del Cabezon su Leo Ponzio e Nacho Fernandez
https://www.youtube.com/watch?v=PjQMKDEnasM&feature=share
ma, come nel primo tempo, dopo pochissimi minuti, il River potrebbe riagguantare il pari, infatti al 13°, Auzqui spara altissimo di fronte a Navarro una stupenda palla fornitagli da Martinez. Gallardo rinforza ulteriormente il fronte offensivo con l’ingresso dell’ex Siena e Fiorentina Marcelo Larrondo al posto di Ariel Rojas, mentre nel Cuervo escono Ortigoza e Cerutti per El Pichi Mercier e Rubèn Botta, ma il leit motif della ripresa, che vede un estenuante possesso palla riverplatense,senza grandi sbocchi offensivi, non muta praticamente più; da rimarcare inoltre una colossale occasione per il 3 a 1 del San Lorenzo, con Botta che spedisce a lato da ottima posizione, davanti alla porta di Batalla e, dopo 3 minuti di recupero, in cui tutto il Gasometro tributa una standing ovation all’hombre del partido Merlini, sostituito al 46° dal Perrito Barrios, il match termina con la vittoria del San Lorenzo per 2 a 1 sul River, con il Santo che arriva a 49 punti in classifica.

Del passo falso della Banda,che resta ferma in classifica a quota 52,ne approfitta il Boca Juniors che regola l’Independiente alla Bombonera per 3 a 0, grazie alla dupla del capocannoniere Darìo El Pipa Benedetto e al gol di Benitez, salendo così a 56 punti. Al terzo posto,a quota 51,grazie alla settima vittoria consecutiva, sale il Banfield di Falcioni che s’impone a La Plata sul Gimnasia per 2 a 1 con le reti di Civelli e di Darìo Cvitanich, protagonista in settimana di un “caso” di gossip dopo il match vinto contro il Temperley, in cui l’attaccante ex Boca, dopo un gol annullato, si era fermato a bordo campo, ricevendo e contraccambiando sorrisi con una fotografa
https://www.youtube.com/watch?v=uGxVyfAKo6o
, suscitando l’ira della consorte, la modella Cecilia Bonelli, che su Twitter ha “invitato” il marito a cercare un nuovo letto per passare la notte. A quota 48 troviamo il Newell’s, sconfitto a Santa Fè dall’Union per 2 a 1, in cui i problemi economici del club stanno ormai dilaniando tutto l’ambiente leproso, con i giocatori senza stipendio da alcuni mesi e con le dimissioni di Osella, sostituito per gli ultimi 3 match di stagione dal tecnico della Reserva Vojvoda.

Gli altri risultati: Sarmiento – Defensa 1-0; G. Cruz – Atl. Rafaela 0-2; Tigre – Velez 0-3; R. Central – Colon 0-0; Temperley – Talleres 2-1; Lanus – Estudiantes 1-0; Belgrano – Arsenàl 1-2; Olimpo – Huracan 3-1; Atl. Tucuman – S. Martin 1-2; Quilmes – Patronato 0-1; Racing – Aldosivi 1-1

CLASSIFICA:
BOCA JUNIORS 56 punti; RIVER PLATE 52 punti; BANFIELD 51 punti; SAN LORENZO 49 punti; NEWELL’S OLD BOYS 48 punti; ESTUDIANTES LP 47 punti; RACING CLUB 46 punti; INDEPENDIENTE, LANUS, COLON 45 punti; ROSARIO CENTRAL 42 punti; TALLERES C, DEFENSA Y JUSTICIA 40 punti; GIMNASIA Y ESGRIMA LP, GODOY CRUZ 37 punti; ATLETICO RAFAELA 36 punti; OLIMPO, TEMPERLEY 33 punti; UNION, SAN MARTIN SJ, VELEZ SARSFIELD 32 punti; ATLETICO TUCUMAN 31 punti; PATRONATO 30 punti; HURACAN, TIGRE, SARMIENTO J, ALDOSIVI 25 punti; ARSENAL, QUILMES 23 punti; BELGRANO 22 punti.

CLASSIFICA PROMEDIO:
30° posto: SARMIENTO J coefficiente 0,986
29° posto: ATLETICO RAFAELA coefficiente 1,010
28° posto: QUILMES coefficiente 1,032
27° posto: TEMPERLEY coefficiente 1,082

CLASSIFICA MARCATORI:
BENEDETTO (boca juniors) 18 reti; DRIUSSI (river plate) 17 reti; SAND (lanus) 14 reti; ALARIO (river plate), SCOCCO (newell’s old boys) 12 reti.

Vi diamo appuntamento tra 2 settimane, con il torneo fermo per i primi 2 match del nuovo corso della Seleccion targato Jorge Sampaoli, contro Brasile e Singapore.

E ora i gol della fecha:
https://www.youtube.com/watch?v=sU1kFl-xTGE

Ultim’ora: Caruso Lombardi torna in panchina; ieri e’ stato annunciato come nuovo allenatore del Tigre, dopo le dimissioni di Facund Sava di domenica scorsa, e domani dirigera’ il primo allenamento. per Ricardo Caruso Lombardi, che non allenava dalla fine dell’anno scorso, quando lascio’ l’Huracan, si tratta della terza volta che siedera’ sulla panchina dell’ estadio Josè Dellagiovanna, uno stadio che lo ha visto vincere nel 2004 la Primera B Metropolitana e nel 2005 la Primera B Nacional.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*