Don't Miss

PRIMERA ARGENTINA 26ma fecha

banfield

di MC&TB | 30 maggio 2017

Ci stiamo avvicinando alla conclusione della stagione in terra Albiceleste e le emozioni si fanno sempre più numerose: questa settimana, per Voi, abbiamo seguito il match del Florencio Sola, in cui i padroni di casa del Banfield ospitavano i Celeste del Temperley, in una sorta di piccolo Clasico del Sur, visto che le città delle due squadre si trovano molto vicine, nella parte meridionale della sterminata provincia di Buenos Aires. Il Taladro del Gato Julio Cesar Falcioni, reduce da una striscia di 5 vittorie consecutive, propone la formazione tipo con un 4-4-1-1, in cui spiccano l’enganche Brian Sarmiento, gli ex Palermo Bertòlo e Sperdutti sulle fasce e come finalizzatore l’ex Ajax, Bastia e Boca Darìo Cvitanich, mentre per i visitantes,in piena lotta Promedio, nella cui classifica occupano la 27esima posizione, quindi la prima in cui si retrocede,  il tecnico Gustavo Alvarez schiera un 4-3-3 in cui segnaliamo la presenza dell’ex Argentinos Juniors Figueroa e, al centro della difesa, dell’ex San Lorenzo e Newell’s Gaston Aguirre.

Agli ordini del signor Espinoza, comincia il match e subito i bianco verdi del Banfield ci provano al 3° con una conclusione di Bertòlo, respinta dal portiere celeste De Bortoli; il pallino del match finisce ben presto dalle parti della squadra di Falcioni, in cui spicca per pericolosità Nicolàs Bertòlo, un vero mattatore sulla fascia sinistra. Verso la metà del primo tempo, assistiamo ad un piccolo calo nella manovra del Taladro, ma il Temperley non riesce ad approfittarne, non imbastendo alcuna proposizione offensiva, dimostrando una pressochè totale inconsistenza dal centrocampo in avanti. Al 43° svolta nel match, grazie alla marcatura di Bertòlo, che di testa infila la porta di De Bortoli, su preciso corner di Sarmiento: un vantaggio tutto sommato meritato per il Banfield che, addirittura, riesce a raddoppiare al 46° con una definizione stilosa del Pibe Emanuel Cecchini, classe Dicembre 1996, che con un destro al fulmicotone dai 25 metri trafigge nuovamente la porta di De Bortoli, chiudendo così la prima frazione di gioco sul doppio vantaggio per il Taladro.

La ripresa si apre con un cambio per il Temperley, con Romero che prende il posto di Peralta, ma la musica, rispetto al primo tempo, non muta affatto, con il Banfield a condurre sempre le operazioni. All’8° Falcioni deve rinunciare a Sarmiento, che si blocca per un indurimento muscolare, facendo entrare Villagra, mentre al 14° registriamo la prima azione pericolosa per il Temperley, con Figueroa che conclude a botta sicura, ma colpisce una clamorosa traversa, con il pallone che cade molto vicino alla linea della porta difesa da Hilario Navarro, il tutto preludio al gol del 2 a 1 al 17° con il delantero uruguagio Guevgeozian, che conclude con un destro al volo su un cross di Figueroa, trovando il varco sul primo palo di un non irreprensibile Navarro. In maniera totalmente inaspettata, gli ospiti rientrano in partita e danno la netta impressione di poterla addirittura pareggiare, infatti al 21° Aguirre, di testa, sfiora il clamoroso 2 a 2, ma al 23° il Taladro chiude tutti i discorsi con il gol del 3 a 1, messo a segno da Villagra, che con un destro sul secondo palo, chiude magnificamente un’azione imbastita da Cvitanich, hombre del partido. Il match scorre senza ulteriori sussulti fino al 94°, quando il triplice fischio di Espinoza suggella la sesta vittoria consecutiva per il Gato Falcioni, lanciatissimo verso la zona Libertadores, a quota 48 punti, a pari merito con il Newell’s, vincitore al Coloso per 3 a 2 sull’Olimpo di Bahia Blanca.

In vetta frenano entrambe le big di Buenos Aires, con il Boca che arriva a quota 53, con il pari del Parque Patricios contro l’Huracan, che raggiunge gli Xeneizes nel recupero del secondo tempo con il gol di Romero, che impatta la segnatura iniziale degli uomini di Barros Schelotto da parte del Pipa Benedetto, mentre il River, che sale a quota 49 punti, in attesa di disputare Mercoledì 31 Maggio il recupero contro l’Atletico Tucuman, si blocca sullo 0 a 0 al Monumental contro Las Canallas del Rosario Central di Pablo Montero. Momenti di fortissima tensione all’Antonio Vespucio Liberti, nati dalla decisione della polizia di controllare tutte le persone che accedevano alla Tribuna Centenario, per impedire l’ingresso ad alcuni componenti della barra più caliente del River, colpiti da “Derecho de Admision”(una sorta di daspo argentino), con conseguente mega ingorgo ed animi iper surriscaldati,con la stessa polizia che per disperdere il grande assembramento non ha esitato a lanciare lacrimogeni. Da segnalare il successo al Cilindro del Racing, nel Clasico contro il San Lorenzo, per 2 a 1.

Gli altri risultati: Aldosivi – Independiente 0-0; Colon – Gimnasia 1-2; S. Martin – Sarmiento 4-2; Defensa – Tigre 1-0; Arsenàl – Lanus 0-2; Talleres – Atl. Tucuman 2-1; Atl. Rafaela – Belgrano 1-2; Patronato – g. Cruz 0-3; Estudiantes – Union 2-0; Velez – Quilmes 0-0
CLASSIFICA:
BOCA JUNIORS 53 punti; RIVER PLATE* 49 punti; NEWELL’S OLD BOYS, BANFIELD 48 punti; ESTUDIANTES LP 47 punti; SAN LORENZO 46 punti; INDEPENDIENTE*, RACING CLUB 45 punti; COLON 44 punti; LANUS 42 punti; ROSARIO CENTRAL 41 punti; TALLERES C, DEFENSA Y JUSTICIA* 40 punti; GODOY CRUZ, GIMNASIA Y ESGRIMA LP 37 punti; ATLETICO RAFAELA 33 punti; ATLETICO TUCUMAN* 31 punti; OLIMPO*, TEMPERLEY 30 punti; UNION, SAN MARTIN SJ, VELEZ SARSFIELD 29 punti; PATRONATO 27 punti; HURACAN, TIGRE 25 punti; ALDOSIVI 24 punti; QUILMES 23 punti; BELGRANO, SARMIENTO J 22 punti; ARSENAL* 17 punti.

*: RIVER PLATE, INDEPENDIENTE, DEFENSA Y JUSTICIA, ATLETICO TUCUMAN, OLIMPO, ARSENAL, 1 partita in meno.

CLASSIFICA PROMEDIO:
30° posto: SARMIENTO J coefficiente 0,958
29° posto: ATLETICO RAFAELA coefficiente 0,989
28° posto: QUILMES coefficiente 1, 044
27° posto: TEMPERLEY coefficiente 1,055

CLASSIFICA MARCATORI:
BENEDETTO (boca juniors), DRIUSSI (river plate) 16 reti; SAND (lanus) 14 reti; ALARIO (river plate), SCOCCO (newell’s old boys) 12 reti.

 

E ora i gol della fecha…
https://www.youtube.com/watch?v=8poXs6bivg0

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*