Don't Miss

PRIMERA ARGENTINA 23ma fecha

ortigoza

di MC&TB | 9 maggio 2017

Finalmente il percorso intrapreso con la nuova dirigenza dell’AFA ha portato un suo primo sbocco significativo, infatti è stata ufficializzata la nascita della nuova Superliga, ovvero la nuova composizione della Primera Division: una divisione a 28 squadre che arriverà a 22, come imposto dalla Uefa, nella stagione 2020 – 2021, a forza ogni anno di 4 retrocessioni e sole 2 promozioni dalla Segunda Division. Il nuovo torneo, che vedrà il gruppo americano Fox – Tuner trasmettere tutte le partite in esclusiva, inizierà il 20 Agosto per terminare il 13 Maggio 2018, con 27 giornate più una con tutti i ritorni dei vari Clasicos.

Sul versante tecnico, giornata ampiamente interlocutoria in vetta, in cui nello scontro clou dell’Estadio Unico di La Plata, l’Estudiantes e il Boca hanno impattato sullo 0 a 0 un match che ha visto l’espulsione del tecnico del Pincha Vivas per proteste contro l’arbitro per un rigore non assegnato ai suoi giocatori, il tutto condito dal personalissimo show dell’allenatore che si è letteralmente strappato di dosso la camicia, restando a petto nudo e mostrando una schiena tutta tatuata, degni dei più grandi rockers mondiali.

Gli Xeneizes salgono così a  quota 49, guadagnando incredibilmente un punto sul  Newell’s,fermo a quota 45,  clamorosamente sconfitto al Coloso per 4 a 2 dall’Independiente, nonostante le solite timbrature di Nacho Scocco e della Fiera Maxi Rodriguez: ne approfitta così il San Lorenzo, vittorioso al Nuevo Gasometro per 2 a 1 sul Rosario Central,grazie anche ad un rigore calciato con lo scavetto dal Gordo Nèstor Ortigoza,  salendo così a quota 43 alla pari con il Colon, bloccato sul 2 a 2 al Cementerio de Los Elefantes dall’Atletico Tucuman, mentre a quota 42 si stagliano il Racing, vincitore al Cilindro per 1 a 0 sul Gimnasia ed il River (che ricordiamo ha una partita in meno, match che verrà recuperato il prossimo 11 Giugno contro l’Atletico Tucuman) trionfante al Monumentàl per 4 a 1 sul Temperley, con le immancabili reti di Lucas El Flaco Alario, doppietta per lui e Sebastiàn Driussi, autore di una marcatura e sempre più capocannoniere, unite alla stupenda segnatura di Mayada, con un tiro a giro all’incrocio dei pali.

Questa settimana, per Voi, abbiamo seguito un caldissimo match in chiave salvezza, lo spareggio del Viaducto di Sarandì, ora dedicato al fondatore del club, l’ex presidente dell’AFA Julio Humberto Grondona, tra i padroni di casa dell’Arsenàl e l’Olimpo di Bahia Blanca. Le due squadre, nella classifica del Promedio, si trovano rispettivamente al 28° e al 27° posto, per cui il bisogno di conseguire il bottino pieno si fa pressochè vitale: nei padroni di casa, segnaliamo la presenza dell’ex San Lorenzo e Sampdoria Jonathan Bottinelli ed in panchina dell’ex centravanti del Newell’s Joaquin “Bam Bam” Boghossian, mentre nei giallo – neri di Bahia Blanca, in porta troviamo l’ex Independiente Gabbarini e a centrocampo l’ex Racing Perez – Guedes. A dirigere il match è stato designato l’arbitro Paletta, reduce dalla sospensione temporanea di Huracan – Newell’s di settimana scorsa.

Nonostante il pochissimo pubblico presente sugli spalti, i tifosi dell’Arsenàl non fanno mancare il proprio sostegno, mentre sul campo le due squadre esprimono, attraverso una prolungata fase di studio a centrocampo, tutti i loro timori per un match decisamente importante in ottica salvezza. Intanto su Sarandì, sobborgo di Avellaneda, inizia ad abbattersi una pioggia insistente ed a tratti molto intensa, che complica non  poco lo svolgimento regolare del match: le due squadre provano ad imbastire alcune manovre, ma da segnalare c’è soltanto al 40° un tiro di Cavallucci dell’Olimpo, ben deviato dal portiere dell’Arsenàl Santillo. I 22 in campo vanno al riposo sul punteggio di 0 a 0,ma si capisce che le condizioni del campo permetteranno difficilmente la ripresa del gioco, infatti l’arbitro Paletta, dopo aver verificato che il pallone scorre a fatica sul terreno di gioco zuppo d’acqua, non può far altro che applicare il buon senso, oltre che il regolamento, decretando la sospensione del match, che verrà recuperato in data da stabilire.

Gli altri risultati:  San Martin – Quilmes 1-0; Talleres – Tigre 1-2; Patronato – Lanus 0-2; Atl. Rafaela – Union 3-0; Aldosivi – Huracan 0-3; Defensa – G. Cruz 0-0; Banfield – Sarmiento 2-0; Velez – Belgrano 1-2
CLASSIFICA:
BOCA JUNIORS 49 punti; NEWELL’S OLD BOYS 45 punti; COLON, SAN LORENZO 43 punti; RIVER PLATE*, RACING CLUB, BANFIELD 42 punti; ESTUDIANTES LP 41 punti; INDEPENDIENTE* 38 punti; LANUS 36 punti; ROSARIO CENTRAL, GIMNASIA Y ESGRIMA LP 34 punti; TALLERES C 33 punti; DEFENSA Y JUSTICIA* 31 punti; ATLETICO RAFAELA 30 punti; ATLETICO TUCUMAN*, GODOY CRUZ, UNION 28 punti; TEMPERLEY 27 punti; PATRONATO, SAN MARTIN SJ, VELEZ SARSFIELD 25 punti; OLIMPO*, HURACAN, TIGRE 24 punti; QUILMES 22 punti; SARMIENTO J 21 punti; ALDOSIVI 20 punti; BELGRANO 17 punti; ARSENAL* 11 punti.

*: RIVER PLATE, INDEPENDIENTE, DEFENSA Y JUSTICIA, ATLETICO TUCUMAN, OLIMPO, ARSENAL 1 partita in meno

CLASSIFICA PROMEDIO:
30° posto: SARMIENTO J coefficiente 0,985
29° posto: ATLETICO RAFAELA coefficiente 0,988
28° posto: ARSENAL coefficiente 1,046
27° posto: OLIMPO coefficiente 1,057

CLASSIFICA MARCATORI:
BENEDETTO (boca juniors), DRIUSSI (river plate) 14 reti; SAND (lanus) 13 reti; SCOCCO (newell’s old boys) 12 reti.

 

E ora i gol della fecha , dandovi appuntamento alla prossima settimana, in cui parleremo di tutti i Clasicos giocati nel fine settimana…
https://www.youtube.com/watch?v=mg-EcnCyKYg

Purtroppo, nella giornata di domenica, è giunta la notizia tristissima del suicidio del noto agente Jorge Cyterszpiller, colui che fu il procuratore del Dies Diego Armando Maradona negli anni di Barcellona e Napoli e che attualmente aveva le procure di vari campioni come De Michelis, Vietto e Mariano Andujar.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*