Don't Miss

PRIMERA ARGENTINA 22ma fecha

Gonzalo-Maroni-Boca-1-1920-Telam

di MC&TB | 3 maggio 2017

Nella ventiduesima giornata del campionato, si affrontavano al Tomàs Ducò – Parque Patricios, l’Huracan ed il Newell’s Old Boys, lanciatissimo alle spalle del Boca capolista. Los Leprosos di Rosario hanno il doppio dei punti (42 – 21) dei Quemeros di Buenos Aires, sulla carta pertanto sembrerebbe un match quasi senza storia, ma come spesso accade il campo potrebbe ribaltare tutto: per i padroni di casa, in campo l’ex Inter e Palermo Mariano Gonzalez, mentre parte dalla panchina l’uomo più carismatico e dotato di maggior classe, Danièl El Rolfi Montenegro, mentre per i visitantes di Osella l’equipo de memoria di questa stagione, con il trio Amoroso – El Gato Formica – La Fiera Maxi Rodriguez a supporto del solito infallibile Ignacio Nacho Scocco. Settimana turbolenta quella appena trascorsa a Rosario, in cui i giocatori, per solidarietà con i dipendenti del club, in gravissima crisi economica, senza stipendio da alcuni mesi, si sono allenati con materiale tecnico non sponsorizzato. Per far fronte a questa situazione, l’AFA ha anticipato una parte della fetta spettante al club dei diritti tv, in modo da poter saldare le pendenze più urgenti.
Di fronte ad un pubblico non particolarmente numeroso, il match prende avvio con una fase di studio molto prolungata, nella quale si fa preferire la verve del Globo, assetato di punti in chiave Promedio, mentre la Lepra si mantiene nella propria metà campo, cercando ripartenze ficcanti verso la porta difesa da Marcos Diaz. Momento cruciale è ciò che avviene al 34° quando l’arbitro Paletta non assegna, giustamente, un calcio di rigore all’Huracan, per un presunto intervento di Seba Dominguez su Romero, che cerca spudoratamente il contatto con il difensore rubi – negro in scivolata: questo scatena la rabbia dei tifosi bianco – rossi che iniziano una serie di cori pesantemente minacciosi nei confronti del direttore di gara, in cui si inneggia al suo assassinio, portando lo stesso Paletta a sospendere il match e a minacciare la sospensione definitiva, in caso di reiterazione dei suddetti cori. Per fortuna, il buon senso prevale e dopo circa 5 minuti, la sfida del Tomàs Ducò può finalmente riprendere e, dopo 6 minuti di recupero, termina la prima frazione a reti inviolate.
La ripresa si apre col primo cambio per la Lepra, con l’ingresso di Mansilla per Amoroso, ma il leit motif del match non varia più di tanto, infatti l’equipo de Rosario non riesce minimamente a rendersi pericolosa; dall’altra parte, ci prova il neo entrato Pussetto, con un colpo di testa al 16°, senza creare grattacapi al portiere rosarino Pocrnjic. Intanto Osella fa entrare Victor Figueroa per Sills, ma la musica non cambia, l’Huracan a fare la partita ed il Newell’s a provare il contropiede ed in uno di essi, incredibilmente, al primo tiro in porta del match, la formazione di Rosario trova il vantaggio con la solita zampata di Scocco che al 28° riceve palla sulla sinistra da Formica e con un tiro teso, complice una leggera deviazione di capitan Nervo, batte imparabilmente Diaz.
Nulla più accade di rilevante, nonostante il forcing finale quemero, per cui con il minimo sforzo e, permetteteci, abbastanza immeritatamente, il Newell’s sbanca il Parque Patricios, portandosi momentaneamente a quota 45 insieme al Boca, atteso domenica alla Bombonera dall’Arsenàl. Gli uomini di Schelotto liquidano la pratica Sarandì con un perentorio 3 a 0, con la dupla dell’ex Darìo El Pipa Benedetto ed il primo gol in Primera, dell’ennesimo e futuro craque albiceleste, il classe 99 Gonzalo Maroni, riallungando a quota 48 punti.

Il River si ferma una settimana a causa del rinvio del match contro l’Atletico Tucuman, per l’impegno di questi ultimi in un decisivo match di Libertadores, pertanto rimane a quota 39,mentre sale prepotentemente a quota 42 il Colon, con uno straripante 4-0 sul campo del malcapitato Sarmiento, a quota 40 si issano il San Lorenzo, vincitore per 1 a 0 a La Plata sul Gimnasia e l’Estudiantes,,bloccato sul 2 a 2 ad Avellaneda dall’Independiente.
Gli altri risultati: Quilmes – Talleres 1-0; Tigre – Banfield 0-1; Temperley – Racing 3-0; Union – Patronato 0-0; G. Cruz – S. Martin 0-0; R.Central – Aldosivi 2-0; Olimpo – Atl. Rafaela 1-2; Belgrano – Defensa 0-1; Lanus – Velez 2-0, con il gol del vantaggio granate messo a segno dalla meteora viola Hernàn Toledo.
E ora i gol della fecha, con menzione particolare per il gol di Maroni…

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*