Don't Miss

PRIMERA AL VIA

lanus campeon

di MC&TB | 29 agosto 2016

Dopo mesi e mesi di trattative e caos torna finalmente la Primera Division argentina, il Comitato  di regolarizzazione, con il dirigente Armando Perez al timone, ha deciso che non ci sarà  nessuna Super League ed il  campionato di Primera Division si giocherà sotto la struttura AFA. Proviamo a buttare giù una piccola guida su come sarà strutturato il campionato con delle “domande – risposte” :

Qual è il formato ?
E’ un lungo campionato, 30 giornate, tutti contro tutti, con due giornate esclusive di clasicos come durante l’ultimo semestre. L’idea di partenza è che non ci siano turni infrasettimanali.

Quando inizia?
Il torneo avrebbe dovuto  iniziare il 19 agosto, tuttavia  per problemi di natura televisiva la prima giornata  è stata rinviata  di una settimana e finalmente è partito Venerdì 26/8.

Quando finirà ?
L’11 dicembre la prima parte  per poi riprendere il 12 febbraio e terminare completamente il 29 maggio.

Quante retrocessioni ci saranno ?
Ci saranno quattro “descensos”.

Quante promozioni ?
Con l’obiettivo di ridurre il numero di squadre in Prima Division ci saranno solo due promozioni dalla B.

Verrà mantenuto il meccanismo dei “promedios” ?
Sì, le retrocessioni saranno definite dalla tabella dei “promedios”.
Come verranno definite le qualificazioni alle coppe ?
Saranno definite dalla classifica della stagione: dal primo al quarto posto si  entrerà in  Copa Libertadores e dal quinto al decimo  in Sudamericana.

Cosa succederà con i diritti televisivi ?
La gratuità proseguirà almeno fino al 2017. Da quel momento i privati si faranno carico di intraprendere una negoziazione con l’ AFA con l’obiettivo di aumentare i ricavi per i clubs.

Questo in sintesi è ciò che riguarda la struttura del campionato, adesso proviamo a dare un’occhiata a come si sono mosse le squadre durante questa sosta.

BOCA JUNIORS

Dopo la delusione dell’ultima Copa Libertadores  sono arrivati  il portiere Wermer in prestito dall’Atletico Madrid, l’ala Centurion dal San Paolo, il difensore Vergini dal Sunderland, i talentuosi centrocampisti colombiani Sebastian Perez dall’Atletico Nacional e Wilmar Barrios dal Tolima,  il giovane attaccante esterno Nazareno Solìs dal Talleres de Cordoba, il difensore Tobio dal Palmeiras ed i rientri alla base di  Castellani dal Lanus e di Magallan dall’ infermeria. In uscita molte facce note e personalità importanti dello spogliatoio azul y oro quali Augustin Orion passato al Racing de Avellaneda, il Cata Diaz alla sua ultima chance europea al Getafe, Marcelo Meli allo Sporting Lisbona, Andres Chavez al San Paolo in sostituzione proprio dell’ex Boca Calleri, l’uruguagio Lodeiro ai Seattle  Sounders ed Alexis Rolin al Catania.

RIVER PLATE

Il colpo di mercato più importante è stato senza dubbio il ritorno  di Marcelo Larrondo dopo la buonissima stagione al Rosario Central. La difesa è stata puntellata dagli arrivi di  Lollo dal Racing, Mina dall’ Indipendiente del Valle e Moreira dal Libertad . Anche per quanto riguarda il River le cessioni sono importanti, Vangioni svincolato ed approdato al Milan, Mercado al Siviglia, il giovane Mammana al Lione( ahinoi), il Cholito Simeone al Genoa, Guido Rodriguez al Tijuana, Cirigliano al Bari, Tomas Martinez allo Sporting Braga, Viudez al Nacional di Montevideo, la promessa mai completamente sbocciata  Balanta al Basilea e gli addii di Lucho Gonzalez e Pisculichi. Vedremo cosa riuscirà a tirar fuori Gallardo da questa rosa sicuramente indebolita.

LANUS

Pochi movimenti per i rodati campioni, la cessione illustre  di Gustavo Gomez ha portato nelle casse del Granate un bel gruzzolo reinvestito in parte per gli arrivi  di giocatori come Vides ( Universidad Catolica), Brian Montenegro(Nacional Asuncion), Silva(Olimpia),Erramuspe (Tigre)Marcone (Arsenal de Sarandì).Hanno salutato invece Ayala (Al Nassr), Mouche(Stella Rossa Belgrado) e Ramirez (Quilmes).

SAN LORENZO

Cambio in panchina per il Ciclon, al posto del dimissionario Guede è arrivato Diego Aguirre (ex meteora viola) che proverà a ripetere i successi del Patòn Bauza approdato sulla panchina della nazionale dopo l’esperienza al San Paolo. Dopo i rinnovi di Blandi e Mercier sono tornati a casa due super tifosi Cuervos : Fabricio Coloccini,proveniente dal Newcastle ed il “nostro”  Tino Costa chje andrà a prendere il posto di Kalinski approdato alla U.de Chile. Se ne sono andati anche l’idolo locale Julio Buffarini (San Paolo),al suo posto Corujo nazionale uruguaiano, Mauro Matos (Newell’s),Fontanini (Vicenza),Pitu Barrientos (Toluca), il talento Villalba (Atlanta United) e Rodrigo Contreras (Braga).

ROSARIO CENTRAL

La squadra di Coudet parte senza dubbio come una delle favorite in virtù dei suoi importanti colpi di mercatro, uno su tutti Teofilo Gutiérrez dallo Sporting Lisbona che andrà ad affiancare il bomber Marco Ruben per uno degli attacchi più esplosivi della Primera. Altro arrivo degno di nota è quello di Mauricio  Martinez, volante  classe ’93  rivelazione dell’ultimo campionato ed in arrivo dall ‘Union de Santa Fe. vanno poi a completare la rosa l’ex Metalist Torsiglieri, Fabiàn Bordagaray dal Defensa y Justicia ed i due uruguaiani  Menosse e Camacho arrivati rispettivamente da Once Caldas e Racing de Avellaneda. Hanno lasciato il club Larrondo,Alvarez ( Racing), Garcia (Gimnasia la Plata),Battaglia(Sporting Braga),Gil Romero (Defensa y Justicia) e Acuna (Colòn). Rimarrà invece a Rosario fino a dicembre il gioiellino Lo Celso,ceduto al PSG ma lasciato ai Canallas per metà stagione.

RACING DE AVELLANEDA

Dopo l’esonero di Facundo Sava, sulla panchina dell’Academia è approdato Ubeda bandiera del club da giocatore e pronto a ben figurare anche come allenatore.Cessioni importanti ma anche arrivi di spessore per il club del Cilindro, oltre al  ritiro del Principe Milito da registrare l’addio del chino Saja emigrato al Gimnastic Tarragona in Spagna, del difensore Lollo (River), del gioiellino pronto ad esplodere  Rodrigo De Paul (Udinese), Noir ( U Catolica), Roger Martinez ( Jangsu Juning) Camacho( Rosario Central), Bareiro(Defensa y Justicia), Valenzuela (Nueva Chicago),Castillon( Getafe) e Pereyra al Paok. Orion dal Boca, il Pulpito Gonzalez dal Santos Laguna, Insua dall’Udinese che e l’ex Catania Pablo Alvarez dal Central sono le incorporazioni da registrare.

NEWELL’S OLD BOYS

Dopo diverse stagioni deludenti la Rosario rossonera prova a rinverdire i vecchi fasti affidando la panchina a Diego Osella. Alla sua corte  sono arrivati  il bomber Mauro Matos e Quignon dal San Lorenzo, oltre a Prediger(Belgrano),Sills e Amoroso(Olimpo). Molti anche i movimenti in uscita con Boyé approdato  al Torino, Mugni al Flamengo e Villalba all’Olimpia, il Pocho Insua rientrato dall’Udinese e poi  girato al Racing e Marcos Caceres che ha firmato col Cerro Porteno.

INDEPENDIENTE

Cambio in panchina anche per i diavoli rossi di Avellaneda, il posto di Mauricio Pellegrino infatti è stato preso una mezza leggenda locale, il fratello del Principe, Gabriel Milito che avrà l’arduo compito di infuocare la passione dei tifosi del Rojo.
Se ne sono andati Aquino (Fluminense), Del Castillo(Dep.Moròn), Aguilera( Tijuana), Diego Rodriguez (Rosario Central) e Rodrigo Gomez al Toluca, mentre sono arrivati l’ex Boca Sanchez Mino, Damian Martinez dal Defensa y Justicia e Figal di ritorno dall’Olimpo.

LE ALTRE 

Tra le squadre cosiddette minori da segnalare sicuramente i movimenti in uscita dell’ Huracan che ha perso due dei suoi giocatori più importanti, Espinoza passato al Villareal ma soprattutto il bomber Wanchope Abila approdato ai brasiliani del Cruzeiro. Si è m osso bene invece il Banfield di Falcioni che potrà usufruire delle prestazioni Bertolo, Pròsperi e Sperdutti, giocatori esperti che faranno senza dubbio comodo al navigato tecnico del Taladro. . Il Defensa y Justicia prosegue la sua linea verde con gli innesti di Gil Romero dall’Estudiantes e la punta Kaprof proveniente dal Boca, e Mariano Bareiro dal Racing.

Questi i movimenti più significativi,adesso non resta che aspettare e poi godersi lo spettacolo unico che il calcio argentino sa regalare.

A presto !!!lanus campeon

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*