Don't Miss

PRIMERA AGENTINA 20ma fecha

balbo

di MC&TB | 19 aprile 2017

Fine settimana shock per il Futbol Argentino, funestato da una tragedia che ha riguardato l’hinchada del Belgrano: durante il Clasico contro il Talleres, ha perso la vita il giovane 22enne Emanuel Balbo. Sulle prime si pensava che il ragazzo fosse addirittura un infiltrato della barra del Talleres nella curva dei tifosi del Belgrano, ma poi il padre e la polizia hanno confermato un altro sospetto: il giovane Emanuel, tifoso del Belgrano, aveva riconosciuto in curva tale Oscar Gomez, che 4 anni prima aveva ucciso suo fratello, durante delle corse clandestine di auto. Gomez, allora, avrebbe incitato alcuni suoi sodali ad attaccare Emanuel additandolo come tifoso del Talleres, da qui la furia con la quale è stato picchiato e vigliaccamente scaraventato a terra dall’anello della curva, per un volo di quasi 10 metri e che ha portato all’arresto di quattro persone. Per i nuovi organismi federali, l’ennesima sfida per cercare di diminuire(debellare totalmente pare proprio un’ utopia…) questi episodi criminali che gravitano attorno al calcio in Argentina.

Venendo al lato sportivo, abbiamo puntato la nostra attenzione sul match dell’Estadio Monumental Josè Fierro di San Miguel de Tucuman, dove i padroni di casa dell’Atletico Tucuman ospitavano il San Lorenzo De Almagro: nei padroni di casa, da segnalare la presenza in porta dell’espertissimo capitano ex Banfield e Boca Cristian El Laucha Lucchetti e al centro dell’attacco una delle sorprese di questo torneo, vale a dire il bomber Fernando Zampedri, addirittura seguito dal River come possibile sostituto in caso di partenza per l’Europa del Flaco Lucas Alario. Nel San Lorenzo, Diego Aguirre fa rifiatare alcuni dei suoi big, spedendo in panchina El Gordo Ortigoza e Nico Blandi, mettendo al loro posto El Pocho Cerutti e l’intramontabile Gonzalo Lavandina Bergessio.

Il primo tempo vede pochi spunti da parte delle due squadre, si fa notare per la grande vivacità il centrocampista dell’Atletico Fabio Alvarez, che al 17° ci prova con un destro felpato che sfiora l’incrocio della porta difesa da Torrico. Da segnalare, nel Cuervo, l’anonima prestazione di Rubèn Botta, ex Tigre e Inter, il quale pare decisamente sacrificato in una zona del campo, sulla fascia sinistra, in cui rende decisamente meno, che alle spalle dell’attaccante centrale, come faceva nel Matador con El Chino Carlos Luna, mentre da rimarcare l’ennesima convincente prestazione del classe 95 Bautista El Mago Merlini, ormai in rampa di lancio per il salto in Europa.

Chiuso il primo tempo a reti bianche, la ripresa si apre con due cambi nel Ciclon, rispettivamente Ortigoza ed Angeleri in luogo dell’evanescente Botta e dell’infortunato Pablo Diaz, ma la verve dei padroni di casa sembra avere la meglio sulla manovra del Santo, nonostante entrambe le compagini siano reduci dagli incontri di Libertadores ed al 18° arriva il meritato vantaggio del Tucu con un cabezasso di Zampedri, su preciso corner di Barbona. Nonostante lo svantaggio, il San Lorenzo non riesce a ribaltare l’inerzia del match, neanche con l’ultimo cambio a disposizione, con l’ingresso di Avila per Merlini; l’unica azione un po’ più pericolosa è un’acrobazia di Cerutti su lancio di Ortigoza, che termina non lontano dalla porta di Lucchetti, pertanto il match termina con la vittoria dei padroni di casa per 1 a 0.

Alle spalle del Boca capolista, nel match giocato alle 11 di sabato mattina, per via di altri eventi che si disputavano nella zona del Parque dell’Independencia di Rosario, sede del Colozo Marcelo Bielsa, finisce a reti bianche lo spareggio tra 2 delle dirette inseguitrici degli Xeneizes, ovvero i padroni di casa del Newell’s e l’Estudiantes. La giornata, pertanto, sembrava promettere bene per l’equipo azul y oro di Schelotto, impegnata alla Bombonera contro il Patronato, ma gli uomini del Mellizo non vanno oltre un 1 a 1, nonostante il vantaggio del solito Darìo El Pipa Benedetto, infatti venivano raggiunti al 91° da una segnatura di Arce; di tutti questi pareggi, ne approfitta il River Plate, vittorioso contro il Tigre per 2 a 0 con reti del solito Seba Driussi e di Rodrigo Mora, per cui il Boca sale a quota 44, + 5 sul Newell’s, + 6 sulla coppia River – Estudiantes e +7 sul San Lorenzo.

Gli altri risultati: Huracan – Arsenàl 1-2; Lanus – S. Martin 0-0; Belgrano – Talleres 1–1; Independiente – Atl. Rafaela 1-1; Olimpo – Velez 0-1; Sarmiento – Racing 1-2; G. Cruz – Banfield 3-1; Quilmes – Colon 0-1; Union – Defensa 0-2; Temperley – R. Central 1-2; Gimnasia – Aldosivi 1-0
CLASSIFICA:
BOCA JUNIORS 44 punti; NEWELL’S OLD BOYS 39 punti; ESTUDIANTES LP, RIVER PLATE 38 punti; SAN LORENZO 37 punti; COLON 36 punti; GIMNASIA Y ESGRIMA LP 34 punti; RACING CLUB*, BANFIELD 33 punti; TALLERES C*, LANUS 30 punti; INDEPENDIENTE**, ROSARIO CENTRAL 28 punti; ATLETICO TUCUMAN, UNION 27 punti; GODOY CRUZ 26 punti; DEFENSA Y JUSTICIA*, PATRONATO 24 punti; ATLETICO RAFAELA 23 punti; VELEZ SARSFIELD 22 punti; OLIMPO, TIGRE*, TEMPERLEY 21 punti; HURACAN, SARMIENTO J, ALDOSIVI 20 punti: QUILMES 19 punti; SAN MARTIN SJ 18 punti; BELGRANO 14 punti; ARSENAL 11 punti.

*: RACING CLUB, TALLERES C, DEFENSA Y JUSTICIA, TIGRE, una partita in meno.
**: INDEPENDIENTE due partite in meno

CLASSIFICA PROMEDIO:
30° posto: ATLETICO RAFAELA coefficiente 0,941
29° posto: TEMPERLEY coefficiente 1,015
28° posto: SARMIENTO J coefficiente 1,015
27° posto: OLIMPO coefficiente 1,047

CLASSIFICA MARCATORI:
BENEDETTO (boca juniors), DRIUSSI (river plate) 12 reti; SAND (lanus) 11 reti; SCOCCO (newell’s old boys), ZAMPEDRI (atletico tucuman) 10 reti.

 

Nella notte tra Lunedì e Martedì, notizia bomba: le dimissioni da vice presidente federale e da vice presidente del san Lorenzo, per non meglio precisati “motivi di salute”, di Marcelo Tinelli.

E ora i gol della fecha e le terribili immagini di ciò che è avvenuto a Cordoba…

https://www.youtube.com/watch?v=wta17W2KpEQ

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*