Don't Miss

MLS: Dallas fa pari ma resta prima, non basta Keane ai Galaxy. In Cina il Guangzhou non segna ma allunga, Pellè-gol e vittoria per il Luneng VIDEO

IMG_0464

di Filippo Razzolini | 26 settembre 2016

E’ lotta serrata in entrambe le Conference fino alla fine in MLS! Nella Western, all’inseguimento di Dallas capolista con 53 punti abbiamo i Colorado Rapids e i Los Angeles Galaxy, che inseguono a quota 48; ormai quasi sicure di un posto nei playoff anche Sporting Kansas City Real Salt Lake. La vera “bagarre” però è nella Eastern Conference: 3 squadre occupano la prima posizione a quota 48 punti, si tratta dei New York Red Bulls, Toronto e New York City Fc. Un pareggio senza squilli quello di Dallas in casa del Real Salt Lake, uno 0-0 in cui i giallorossi dello Utah meritavano probabilmente qualcosa di più. Dallas conserva la prima posizione ma deve guardarsi dalle inseguitrici. La più pericolosa sono sicuramente i Colorado Rapids, a quota 5 punti dal primo posto ma con due partite da recuperare; la squadra guidata dal portiere Tim Howard pareggia per 3-3 in Canada contro i Vancouver Whitecaps: per i Rapids doppietta dell’albanese ex-Basilea Shkelzen Gashi, protagonista di un fantastico gol su punizione, e 2 punti buttati via, il pari dei canadesi arriva al minuto 93. I Galaxy cadono rovinosamente in casa contro Seattle: un 2-4 davvero pesante che fa perdere punti importanti ai gialloblu. Presto avanti con l’eterno Robbie Keane al minuto 20, i Galaxy subivano poi il ritorno di Seattle, 4 volte in rete, prima grazie ad un autogol di Van Damme, quindi poi due volte con Morris e infine con Alonso; inutile il gol del 2 a 4 segnato su rigore ancora da Keane. Portland, dopo due vittorie consecutive, perde malamente a Houston per 3-1, e ora deve guardarsi dai Sounders in ottica playoff; per Houston fantastica tripletta del classe ’95 colombiano Manotas. Stavolta non segna Wright-Phillips, ma i Red Bulls conquistano lo stesso 3 punti contro Montreal e la vetta della classifica; Toronto priva ancora di Giovinco non va oltre l’1-1 contro Philadelphia in casa, e viene agganciata dalle due squadre newyorchesi. Infatti anche i New York City vincono in scioltezza: 4-1 ai Chicago Fire, doppietta per David Villa, autore anche di un assist. In chiave playoffs, importantissima vittoria del Dc United per 4-1 contro Orlando: vista la sconfitta di New England la squadra di Washington ora è sesta ad Est. 

Nel video, la doppietta con cui Jordan Morris abbatte i Galaxy. Fantastica la prima rete del ragazzo classe 94:

 

La splendida tripletta con cui Manotas spazza via Portland e regala 3 punti a Houston:

 

In Cina la capolista Guangzhou viene fermata sullo 0-0 dallo Shanghai SIPG: rigore fallito da Ricardo Goulart per la prima della classe; lo stop della prima in classifica non viene sfruttato dal Jiangsu inseguitore: la squadra di Nanchino viene abbattuta per 3-0 dall’Hangzhou, che conquista 3 punti vitali per la salvezza, e ringrazia la grande prova del centravanti Anselmo Ramon, che segna 2 reti favorito anche dagli assist dell’ex-Pisa e Salernitana Denilson Gabionetta. Lo Shanghai Shenua distanzia il quasi omonimo Shanghai SIPG, vincendo 3-1 contro il Tianjin Teda, inguaiato in zona retrocessione: in gol anche Obafemi Martins. Lo scontro fra le ultime della classe vede uscire vincitore lo Shijiazhuang, che vince 3-2 contro il Changchun Yatai che adesso occupa l’ultima posizione. Gli africani Kamanga e Ujah fanno volare ancora il Liaoning, che vince 3-0 contro lo Yanbian, vittoria anche per il Guangzhou R & F e rete per l’israeliano ex-Palermo Zahavi. Segna Pellè, e torna alla vittoria il Luneng per 2-1 in casa del Beijing Guoan, che dopo aver vinto 3-0 nel recupero contro lo Yanbian cade in casa, mostrando poca continuità. Per la squadra in maglia verde pesa l’errore dal dischetto del bomber ex-Galatasaray Burak Yilmaz

Nel video gli highlights del match del Luneng con il gol di Graziano Pellè:

La grande occasione buttata al vento dal Jiangsu, che perde 3-0 contro l’Hangzhou e non recupera terreno sulla capolista Guangzhou Evergrande:

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*