Don't Miss

Mikel Oyarzabal, splendido ibrido con il 47 ai piedi: nei Paesi Baschi brilla una stella VIDEO

IMG_0403

di Filippo Razzolini | 19 settembre 2016

Mikel Oyarzabal (21/04/1997) muove i primi passi nel mondo del calcio nell’Eibar, squadra della propria città natale, poi si trasferisce alla Real Sociedad, dove milita a partire dalla categoria “cadetti”. Quando era nel suo vecchio club, lui ed il compagno Gorka Amutxastegi furono contattati dagli osservatori della squadra rivale della Real, l’Athletic Bilbao, ma i genitori di Mikel decisero che per lui era meglio rimanere nella società della sua città natale. Il ragazzo nella stagione 2015-2016, sotto la guida di David Moyes prima e di Eusebio Sacristàn poi si ritaglia uno spazio importante in prima squadra, ed in Liga mostra tutte le sue doti. Debutta alla nona giornata e poi diventa un tassello fondamentale dei baschi, concludendo la stagione con 24 presenze totali, 6 reti e 2 assist. Oyarzabal entra presto anche nel giro anche della Nazionale Under 19 spagnola. Mikel è un calciatore dotato di un fisico eccellente, per quanto non sia altissimo, molto potente; in grado di ricoprire quasi tutte le posizioni sul fronte offensivo; ha giocato sia da ala sinistra che destra, o svolto il ruolo di trequartista in un 4-2-3-1. Tecnicamente se la cava eccome, nonostante calzi un 47 di piede (aspetto atipico per un giocatore di qualità), è estremamente resistente e generoso. Mancino naturale, abile nel dribbling e nel tiro in porta, anche dalla lunga distanza. Estremamente intelligente tatticamente, Oyarzabal è un calciatore che sorprende per la sua umiltà in campo. Il ragazzo è ritenuto dagli addetti ai lavori un vero e proprio predestinato, e non sorprende visto che stiamo parlando di un fantastico ibrido calcistico, un calciatore moderno in grado di adattarsi a tante posizioni in campo, e che costituisce un mix di fisicità, velocità e qualità raramente riscontrabile quando si ha da poco ha compiuto 19 anni. L’esperienza ed i minuti che sta accumulando con la Real Sociedad sono il giusto trampolino prima di spiccare il volo, ed effettuare il salto di qualità passando ad una squadra maggiormente blasonata. L’esordio con la Nazionale maggiore, arrivato a Maggio contro la Bosnia subentrando a Nolito, lascia sicuramente ben sperare…

Nel video alcune delle migliori giocate del talento di Eibar:

2 commenti

  1. Questo ragazzo ha un talento da non credere , hai centrato pieno l’obiettivo Filippo……

  2. Splendida rubrica..SIETE FANTASTICI

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*