Don't Miss

I quattro maggiori campionati europei

Europa

di Antonio Frati | 20 settembre 2016

Logo_de_la_Ligue_1

In Ligue1 continua la marcia del Monaco che batte 3-0 nel Principato il Rennes restando in testa al campionato. Torna al gol Radamel Falcao sul finire del primo tempo, chiude la gara lo splendido trequartista che spesso parte dagli esterni, Thomas Lemar, ’95 originario della Guadalupa. Doppietta per lui dal 90° al 93°. Frena il Nizza di fermato sull’1-1 sul campo del Montpellier. La squadra di Balotelli resta al secondo posto in classifica. Torna alla vittoria dopo due sconfitte e lo fa prepotentemente il PSG di mr. Emery, con uno scatenato Cavani autore di ben 4 gol, Lucas Moura e 0-6 finale sul campo del Caen siglato dall’interessantissimo franco-haitiano Jean-Kevin Augustin, classe 1997. Parigini ora al terzo posto col triplo salto in avanti ai danni di Nizza, Metz (scialbo 0-0 col Dijon), Guingamp che perde a Tolosa 2-1 e Bordeaux reduce dalla bruttissima battuta d’arresto casalinga contro il modesto Angiers. A secco il capocannoniere Lacazette nella sfida forse più attesa della quinta giornata di Ligue 1, Marsiglia-Lione che finisce però con un triste 0-0. In coda prima vittoria stagionale e primi per il Lorient che grazie ad un calcio di rigore di Moukandjo a 15 minuti dal termine, inguaia il Lille e cancella lo zero nella casella punti. Nel prossimo turno da vedere Nizza-Monaco, Metz-Bordeaux e Rennes-Marsiglia.

200px-Bundesliga2

Terzo turno in Bundesliga dove continua il botta e risposta fra Bayern di Monaco ed Herta Berlino. I bavaresi di Ancelotti vincono in rimonta in casa contro l’Ingolstadt, passato in vantaggio all’8° con Lezcano. Bomber Lewandowski pareggia quattro minuti dopo, nel secondo tempo Xabi Alonso e Rafinha completano la rimonta e portano a casa il match. Bella risposta dell’Herta di mr. Dardai che vince per 2-0 contro un derelitto Shalke 04, ultimo in classifica con zero punti in triste compagnia del Werder Brema, quest’ultime vere e proprie grandi deluse del campionato tedesco. Per i berlinesi apre le marcature l’ottimo terzino destro Mitchell Weiser (1994) a metà ripresa, dieci minuti dopo chiude la contesa l’ala svizzera Stocker. Terzo posto in coabitazione per Lipsia e Colonia, con i primi che sbancano Amburgo con un rotondo 0-4 (doppietta di Timo Werner), mentre il Colonia vince per 3-0 fra le mura amiche contro il Friburgo grazie alla doppietta di Anthony Modeste e il gol di Bittencourt. Torna alla vittoria il Borussia Dortmund, di prepotenza con un esagerato 6-0 casalingo ai danni del Darmstadt, che resiste un tempo solo al gol di Castro iniziale, ma poi si scioglie completamente nella ripresa sotto i colpi di Ramos, Pulisic, ancora Castro, Rode ed Emre Mor. Infine bel successo del Moenchengladbach per 4-1 contro il dimesso Werder Brema grazie alle doppiette di Thorgan Hazard e del centravanti brasiliano Raffael. Nella quarta giornata big-match fra le capoliste Bayern Monaco ed Herta Berlino, interessante anche Lipsia-Borussia M’gladbach.

LaLiga_Santander.svg

In Spagna la Liga giunge alla quarta giornata con il Real Madrid che resta l’unica squadra ancora a punteggio pieno. Le Merengues guidate da Zidane espugnano Barcellona sponda Espanyol con un secco 0-2 grazie ai gol di J.Rodriguez e Benzema. Risponde il Barca, al secondo posto dopo la bruciante sconfitta casalinga contro l’Alaves andando a vincere sul campo del Legane per 5-1. A segno il trio meraviglia d’attacco Messi-Neymar-Suarez. Doppietta per l’argentino, gol finale di Rafinha. Seconda piazza che non molla il Las Palmas di Quique Setien, al quale basta un rigore di Momo nei minuti iniziali del primo tempo per portare a casa i tre punti e restare nelle zone “nobili” della Liga. C’è un pezzo d’Italia protagonista in Spagna, nel Villareal. Nicola Sansone con una splendida doppietta, stende 2-1 la Real Sociedad. Per il forte attaccante esterno prima un gol sottomisura e poi un vero e proprio “eurogol” da oltre 50 metri che fulmina l’estremo difensore Rulli. Sansone regala così al sottomarino giallo la seconda vittoria in campionato e il terzo posto nella Liga con Siviglia (a cui non basta Vietto per vincere nell’1-1 esterno contro l’Elbar) e Atletico Madrid che regola con perentorio 5-0 casalingo il Gijon con le doppiette di Griezmann, Fernando Torres e il gol di Gameiro. Nel prossimo turno spicca il sentitissimo derby di Siviglia al Sanchez Pizjuan, Real Madrid-Villareal e Barcellona-Atletico Madrid.

Premier_League_Logo_2016

In Premier League inglese il Manchester City di Guardiola non molla la presa e vola a punteggio pieno con 5 successi su altrettanti incontri. De Bruyne, Iheanacho, Sterling e Guendogan i marcatori nel match casalingo contro il Bournemouth, per il miglior attaccato del campionato inglese con 3 gol di media a partita. Il gioco di Guardiola a tratti ridondante e lezioso negli altri campionati, sembra aver perso quei fronzoli necessari per affrontare il calcio inglese da protagonista. Seconda piazza per l’Everton di R.Koeman alla quarta vittoria consecutiva, questa volta in rimonta per 3-1 in casa contro il Midlesbrough. A segno per i Toffees Barry, Coleman e Romelu Lukaku. Sulla scia dell’Everton il Tottenham di Pochettino che vince seppur di misura per 1-0 contro il Sunderland. Decide il match Harry Kane, tornato al gol con una certa continuità. Un altro italiano è il vero protagonista di questa giornata di Premier League: Walter Mazzarri e il suo Watford infatti, schiantano il Manchester United dello “special one” Mourinho per 3-1 in una partita molto combattuta ed equilibrata. Apre Capoue nella prima frazione di gioco, pareggia Rashford a metà ripresa, poi ci pensa una vecchia conoscenza del campionato italiano, Camilo Zuniga, a riportare avanti il Watford a sette minuti dal termine della partita, chiusa poi dal rigore di Troy Deeney nei minuti di recupero. Seconda vittoria consecutiva per la compagine di Mazzarri quindi, brutta sconfitta invece per i Red Devils ora a sei lunghezze di distanza dall’altro Manchester, capolista. Nell’altro big match di giornata perde il Chelsea di A.Conte in casa contro il Liverpool di Jurgen Klopp. Lovren e J.Handerson gelano Stamford Bridge già nel primo tempo. Nella ripresa i Blues ci provano ripetutamente ma non basta il gol di Diego Costa a metà ripresa  per evitare la prima sconfitta in campionato del Chelsea. Continua a correrel’Arsenal, questa volta lontano dalle mura amiche sul campo dell’Hull City. La doppietta di Sanchez, il gol di Walcott e Xhaka per il 4-1 finale per i Gunners. Infine dopo la brutta sconfitta a Liverpool, torna alla vittoria il Leicester in casa contro il Burnley. Una doppietta di Slimani e un’autorete fissano il risultato sul 3-0 per la squadra di C.Ranieri. Nel prossimo turno, derby londinese fra Arsenal e Chelsea, Manchester U.-Leicester e la capolista Man. City sul campo dello Swansea.

Antonio Frati

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*