Don't Miss

Il lato B – Il punto sull’ottava giornata

Serie B

di Antonio Frati | 10 ottobre 2016

Fermo il campionato di Serie A con la sosta per le partite di qualificazione delle varie nazionali ai Mondiali 2018, è la Serie B a riempire gli spazi calcistici del fine settimana. In testa nonostante la sconfitta interna, c’è sempre il Cittadella di Mr. Venturato. I veneti partiti a razzo con cinque vittorie nei primi cinque incontri del campionato cadetto, hanno frenato un po’ la corsa che fino a quel momento sembrava addirittura trionfale. Le sconfitte casalinghe con Brescia e Frosinone nell’ultimo turno (inframezzate dal successo esterno a Trapani)  hanno riportato sulla terra il Cittadella, insidiato ora dal Verona del capocannoniere Pazzini con otto centri, secondi ad un solo punto di distanza. Nel 2-3 interno, al Cittadella non bastano Chiaretti e il solito Litteri ad evitare la sconfitta col Frosinone che va in vantaggio con il centrale difensivo Pryma e poi chiudono la contesa con Paganini e Ciofani. Per l’Hellas invece, un 2-2 casalingo contro il Brescia di Cristian Brocchi a cui non servono i gol dell’eterno Caracciolo e il nuovo vantaggio con Torregrossa (in prestito proprio dal Verona) per portare a casa tre punti importantissimi. La doppietta di Giampaolo Pazzini infatti, chiude i giochi e il pareggio finale su rigore a 15 minuti dal termine. La sensazione per i bresciani è che possano davvero lottare fino in fondo per una posizione di rilievo in Serie B fino alla fine. Sconfitta anche per l’altra sorpresa della B, il Benevento, che perde un derby campano quanto mai infuocato a Salerno, seppur di misura e per 2-1. Ciciretti crea molto ma non riesce a trovare la giocata vincente, il gol di Lucioni a tre minuti dal termine non serve ai ragazzi di Marco Baroni a raddrizzare la gara. Per la Salernitana invece è una vittoria di platino che da respiro e placa una tifoseria già in subbuglio per la bruttissima partenza dei granata campani, vittoriosi una sola volta prima di questo derby. Bella vittoria del Carpi fuori casa allo stadio Picco contro lo Spezia grazie al gol di Kevin Lasagna ad inizio ripresa, con gli emiliani che raggiungono proprio i liguri al quarto posto in classifica. Perde in casa il Pisa di Gattuso contro la Spal dell’ex mister della Primavera viola, Leonardo Semplici. Decide l’incontro Arini all’85°  con un bell’inserimento che fredda l’estremo difensore nerazzurro Cardelli e l’Arena Garibaldi. Con questa sconfitta i toscani vengono scavalcati dal Perugia che batte al Curi il derelitto Avellino con un rotondo 3-0, grazie alla splendida doppietta di Samuel Di Carmine. Per gli irpini penultimo posto in Serie B con il Vicenza che non va oltre lo 0-0 in casa contro il Cesena. Bari-Entella finisce 1-1 con i gol nei primi 10 minuti dell’incontro. A secco bomber Caputo (terzo in classifica cannonieri dietro Pazzini e Litteri del Cittadella), ci pensa Iacoponi a rispondere al vantaggio barese di Brienza. Torna alla vittoria il Novara in casa contro l’Ascoli grazie al gol dell’ottimo Paolo Faragò (’93) a metà ripresa. I piemontesi lasciano così l’ultimo posto al solo Trapani,  con soli 5 punti e ancora nessuna vittoria. Settimana complicatissima quella dell’Uomo del Fiume, al secolo Serse Cosmi, con dei teppisti che cercano addirittura di bruciargli la macchina. L’allenatore umbro torna al campo d’allenamento solo il venerdì ed è inevitabile che la squadra ne abbia risentito in maniera pesante, uscendo poi sconfitta nello scontro diretto con il Latina per 2-0 sotto i colpi di Boakye e dell’ex viola Acosty. Infine vittoria di misura in casa della Pro Vercelli ai danni della Ternana grazie al gol di Elia Legati. Nel prossimo turno Cittadella di scena a Perugia, Verona impegnato ad Ascoli, interessanti anche Brescia-Salernitana, Entella-Benevento e Frosinone-Bari.

 

Antonio Frati.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*