Don't Miss

Bernardo a Radio Bruno: “Il futuro della Fiorentina? O tutti dentro o tutti fuori…”

Bernardo Brovarone radio

di BB.it | 2 settembre 2016

Filo diretto su Radio Bruno Toscana con Bernardo Brovarone che ha spaziato su molti temi dell’attualità viola: “Il mercato viola? Hanno fatto gli ‘squali tigre’, ripianando il bilancio in tutto e per tutto senza avere avuto l’ambizione di regalare un giocatore di fascia medio-alta. Questo atteggiamento può voler dire due cose: o tutti dentro o tutti fuori. Rivuotiamo tutto per avere ambizioni e ricominciare ad investire partendo da zero, oppure mettere ordine per preparare una cessione futura. Trovo assurdo aver speso tre milioni per Dragowski che è il terzo portiere e trovo assurdi i tre milioni per Diks in questo contesto, non tenendo conto invece di altre priorità”.
Poi ha aggiunto: “La Curva ha fatto un comunicato duro che racconta lo stato d’animo di una buona parte della tifoseria Fiorentina. Hanno avuto impedimenti costanti ma bisogna coinvolgere questi ragazzi perché la Curva Fiesole è un gioiello di questa società”.

Un commento

  1. la curva si dimentica che non abbiamo mai vinto nulla e che la posizione della fiorentina nel campionato italiano è dal 4 al 7 posto, sempre dietro juve, milan, inter e in lotta con roma, napoli, lazio e altre outsider tipo parma di tanzi che ha vinto molto più di noi negli ultimi 30 anni.
    non capisco che si voglia. si vuole che spendano?? oh e se non vogliono spendere sono soldi loro che ci fai? ti garantiscono 9 anni nelle prime 5 (di cui 8 nelle prime quattro) su 12 di serie A; vero questa stagione non arriveremo neanche 5 credo, ma settimi, ottavi, noni, ma tant’è è la storia della Viola: cosa si pretende? amore? Perché i cinesi avrebbero amore? Noi si vorrebbe l’arabo petroliere che spenda 100 milioni a sessione, lo vorrei anche io ma non c’è e in mancanza di questo preferisco arrivare quarto/quinto e fare l’Europa con i Della Valle senza amore che lottare per la retrocessione con un Fiorentino d’hoc…..

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*