Don't Miss

Ante Coric, il futuro della Croazia passa dai piedi del folletto di Zagabria VIDEO

image

di Filippo Razzolini | 15 settembre 2016

Ante Coric nasce il 14 aprile del 1997 a Zagabria da genitori croato-bosniaci; il padre Miljenko era un allenatore e lo è stato anche di Ante nei primissimi anni della sua carriera, mentre il fratello maggiore Josip (classe 1988) è anch’esso calciatore (gioca nel Lokomotiv Zagabria). Ante inizia giovanissimo il mestiere di calciatore; a 5 anni giocava nel Hrvatski Dragovoljac, poi si è trasferito al NK Zagabria dove è rimasto fino al 2009, quando Percy Van Lierop (responsabile del settore giovanile del club austriaco) lo porta al Red Bull Salisburgo (il padre è ora un osservatore del Salisburgo), società che lo ha voluto fortissimamente portare in Austria. Ante voleva misurarsi con ragazzi più preparati e talentusi rispetto a quelli del NK Zagabria e per questo motivo decise di trasferirsi molto presto all’estero, preferendo gli austriaci a Chelsea e Bayern Monaco, che avevano anche avuto in prova il ragazzo per un breve tempo, un periodo sufficiente a convincerli delle grandi doti del talento croato. Ante rimase per 4 anni al Red Bull e perfezionò ulteriormente le sue qualità, poi fece ritorno in patria; la Dinamo Zagabria lo acquistò per ben 900.000 euro, una cifra notevole per le casse del club croato, ancora più significativa se se considera che Coric aveva solo 16 anni.
Il 16 aprile 2014 (2 giorni dopo il suo compleanno), Ćorić debutta nella NHL, la National Prva Liga (la massima serie croata), contro lo RNK Spalato, subentrando al 69simo al posto di Ivo Pinto. Ben presto diventa titolare e il 10 maggio realizza la prima rete da professionista allo NK Istria, al fianco di Alen Halilovic. Coric detiene anche un record: nel match di Europa League contro l’Astra Giurgiu andando in rete Ante è diventato il giocatore più giovane a segnare nella storia dell’Europa League, a 17 anni e 157 giorni. Il giovane croato è sempre stato un punto fermo di tutte le selezioni giovanili croate, con le quali ha spesso giocato sotto età. Nonostante sia poco più che diciannovenne è già nel giro della Nazionale maggiore, ha fatto parte dei convocati ad Euro 2016.

Coric è un talento purissimo; calciatore che costituisce un mix di qualità eccezionale. Può vantare una tecnica sopraffina (bravo sia col destro che col sinistro) e grandissima eleganza. Il fisico minuto gli permette di essere molto rapido, specialmente nel dribbling. E’ dotato di grande inventiva e di una visione di gioco eccellente ma anche del giusto spunto per andare in rete, dispone infatti di un tiro secco e preciso. Personalità enorme e grande astuzia anche nel sapere prendersi il fallo del marcatore di turno. Deve migliorare in fase di non possesso palla, dove troppo spesso è poco attivo. La sua collocazione ideale in campo è quella di trequartista, ma sa disimpegnarsi anche da mezzala, qualche metro più indietro. Gli addetti ai lavori ritengono che sia già più forte di come lo fossero Zvonimir Boban e Robert Prosinecki alla sua età. Delizioso talento in rampa di lancio, seguitissimo dai top club europei, senza dubbio il ragazzo nato a Zagabria avrà presto la sua occasione sui palcoscenici più importanti.

 

Nel video alcune delle migliori giocate del talento della Dinamo Zagabria:

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*